Basilica di Santa Chiara ad Assisi

Le chiese degli ordini mendicanti e la basilica di S.Francesco d’Assisi

Gli ordini francescani e domenicani furono i primi a dare una loro impronta all’architettura gotica.

Al contrario dei cistercensi, che fondavano i loro monasteri in valli isolate, gli ordini mendicanti cercavano un contatto con il popolo, avendo come obiettivo non tanto la meditazione ma la cura delle comunità e la predicazione nelle città in piena espansione.

Le chiese gotiche degli ordini mendicanti rispondevano a precise regole: posti al margine del centro cittadino, erano ampie abbastanza da poter ospitare grandi folle e vaste aree cimiteriali per poter accogliere le spoglie di tutti coloro che ne facevano richiesta, per poter ricevere l’intercessione dei monaci e dei santi dell’ordine. Pianta e alzato erano strutturati in modo chiaro e semplice, sculture e ed elementi decorativi erano ridotti al minimo mentre sulle pareti si dispiegavano cicli di affreschi che servivano all’istruzione biblica dei fedeli.

Tutte queste caratteristiche si ritrovano nella Basilica di san Francesco, fondata come tomba del santo nel 1228 e consacrata nel 1253: la doppia chiesa, magnificamente affrescata da Giotto, inaugura una nuova stagione dello stile gotico in Italia.

basilica di Santa Chiara ad Assisi

Santa Chiara ad Assisi

Le spoglie di Santa Chiara furono deposte il 12 agosto 1253 nella chiesa di San Giorgio, dove già era stato sepolto provvisoriamente San Francesco.
Tre anni dopo, proprio accanto alla chiesetta di San Giorgio, iniziarono i lavori della chiesa e del convento delle Clarisse. ai lati del portale ci sono due leoni e sopra c’è il bellissimo rosone a cerchi concentrici con delle colonnine. Il campanile è a pianta quadrata e ritrova a destra dell’abside. Questa chiesa è stata disegnata da frate Filippo da Campello. L’interno della chiesa è a unica navata in stile gotico con volte a crociera, che nella parte sinistra presenta tracce di affreschi.

La costruzione è caratterizzata dall’esecuzione di tutto il corpo con fascioni rosa e bianche di pietra del Subasio e dai maestosi archi rampanti di sostegno laterali, elemento spiccatamente gotico che conferisce leggerezza a tutta la costruzione.
Ai lati del portale sono posti due leoni e l’ingresso è sormontato da un magnifico rosone gotico a cerchi concentrici con colonnine.
Il campanile è a pianta quadrata e ritrova a destra dell’abside. Questa chiesa è stata disegnata da frate Filippo da Campello. L’interno della chiesa è a unica navata in stile gotico con volte a crociera, che nella parte sinistra presenta tracce di affreschi.

affreschi della basilica di Santa Chiara ad Assisi

Similitudini con la basilica di San Francesco e con lo stile gotico francescano

La pianta è concepita come quella di San Francesco, a navata unica con volte a crociera, che nella parte sinistra recano tracce di affreschi e termina in un transetto con abside poligonale. Come nella basilica del santo, una galleria percorre tutto il perimetro, ma qui all’altezza dei capitelli dei pilastri.

Sulla navata, in corrispondenza del transetto, si aprono due cappelle, che non facevano parte del progetto originale: la cappella di Sant’Agnese e di San Giorgio, nella quale è conservato il crocifisso che parlò a San Francesco.

L’altare maggiore è circondato da un colonnato di 12 colonnine poligonali e sormontato da un crocifisso sagomato attribuito al cosidetto “maestro espressionista di Santa Chiara”, oggi identificato in Palmerino di Guido da Assisi (1330-1335), collaboratore di Giotto nella Basilica di S. Francesco.
Nella vela verso l’abside: Madonna con il Bambino e S. Chiara; nella vela opposta S. Agnese vergine e S. Agnese d’Assisi, sorella di S. Chiara. Nella vela sinistra S. Caterina e S. Margherita, mentre nella vela destra sono S. Cecilia e S. Lucia.

archi rampanti Santa Chiara ad Assisi

Visitare la basilica di Santa Chiara ad Assisi

Orari di apertura della Basilica

– ore 6,30 – 12,00
– ore 14,00 – 19,00 (ora legale). La Cappella del Crocifisso chiude alle 18,30 (aperta solo per chi partecipa al Vespro).
– ore 14,00 – 18,00 (ora solare). La Cappella del Crocifisso chiude alle 17,30 (aperta solo per chi partecipa al Vespro).
– lunedì e venerdì la Cripta apre alle 9,00

Domenica e solennità: al mattino la Cappella del Crocifisso di S. Damiano chiude alle 11,00 anziché alle 12,00.
Nota bene Le visite guidate non sono consentite:
– la Domenica
– nei giorni di solennità liturgica
– nei giorni di particolare afflusso di pellegrini (a discrezione del personale della Basilica)
– durante la celebrazione delle Ss. Messe

Orario Sante Messe

Domenica e solennità di precetto (1 Gennaio, 6 Gennaio, 15 Agosto, 1 Novembre, 8 Dicembre, 25 Dicembre):
ore 7,15 – 9,00 – 11,30
ore 17,30 (ore 16,30 ora solare)
Feriale e feste-solennità non di precetto:
ore 7,15
ore 17,30 (ore 16,30 ora solare)

per maggiori informazioni visita il sito ufficiale di Santa Chiara

Basilica di Santa Chiara ad Assisi ultima modifica: 2017-05-16T17:17:19+00:00 da Stefano Torselli

commenta