Cimitero Pere Lachaise

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Cimitero di Per LachaiseIl cimitero di Père-Lachaise, ( la cite des mortes)  a Parigi è una meta irrinunciabile per una lunga e interessante passeggiata gotica tra le tombe di illustri defunti che emanano un senso di fascino e meditativo mistero. Il cimitero porta il nome del confessore privato di Luigi XIVe sorge sui terreni di famiglia di  François d’Aix de La Chaise (1624-1709), vi sono sepolte più di un milione di persone su un’estensione di 17 ettari e ogni anno accoglie circa due milioni di visitatori.
Fino all’inizio dell’ottocento contava poche tombe ma nel 1817 vi furono portate le spoglie di Eloisa e Abelardo ed anche Molière e La Fontaine creando nella borghesia parigina una spinta simulatoria per esser vicini ai celebri nomi.

Père-Lachaise mostra un panorama unico di sculture a e architetture di artisti importanti tra i quali: Chapu, David d’Angers, Barrias, Garnier, Guimard, Visconti che vi hanno realizzato tombe atipiche: a forma di stele, di sarcofago, con fastose decorazioni come colonne, urne, anfore o clessidre mescolando alla sensibilità romantica dell’epoca lo stile gotico, romanico ma anche rinascimentale e classico. La visita del cimitero e dei posti più interessanti è facile e vi consigliamo di chiedere, appena entrati, la mappa dell’area alla postazione della guardia.

Nel viale principale si incontrano le tombe di  Abelardo e Eloisa, gli innamorati parigini del medioevo  la cui leggenda racconta che alla sepoltura di Eloisa, di vent’anni successiva  a quella dell’amato, Abelardo aprì le braccia per accoglierla. La tomba di Allan Kardec, fondatore dello spiritismo, è molto interessante è sempre fiorita e in molti ritengono che il suo monumento sprigioni una speciale energia, e in fatti sembra sempre calda.
Un altra tomba ritenuta taumaturgica è quella di Victor Noir che pare sia benefica per la fecondità, ha un particolare realismo caratterizzata dal suo sesso, ormai levigato, sul quale la leggenda dice di adagiare  il ventre o la mano per aver più fertilità. Victor Noir divenne famoso perchè ucciso dal cugino di Napoleone III e dallo scandalo che ne seguì e concorse alla caduta di Napoleone III.

Oscar Wilde è sepolto nella tomba più monumentale realizzata da Jacob Epstein a forma di sfinge e immersa in una delle parti del cimitero più tranquille dove oltre allo scrittore inglese riposano anche Marcel Proust, Honoré de Balzac  e Nerval.

Cimitero di Per Lachaise, Francia

Non mancate di visitare anche le tombe di Chopin e delle cantanti Maria Callas e Edith Piaf. Nel cimitero troviamo anche molti italiani tra i quali ricordiamo Vincenzo Bellini morto nel 1835, Angelo Mariani morto nel 1838, il compositore fiorentino Luigi Cherubini morto nel 1842, il pittore Amedeo Modigliani morto nel 1920, Gioacchino Rossini molto nel 1868 e successivamente tumulato nella Basilica di Santa Croce a Firenze, Giulia Crisi morta nel 1869, il pittore impressionista di Barletta Giuseppe De Nittis morto nel 1880, la cantante lirica Marietta Alboni morta nel 1894, Virginia Oldoini, contessa di Castiglione morta nel 1899 e cugina di Cavour, la cantante lirica Adelina Piatti morta nel 1918 e Piero Gobetti l’intellettuale antifascista morto nel 1926 a soli 25 anni.

Nella sezione 44 è sepolto l’attore Yves Montand e sua moglie l’attrice Simone Signoret, mentre nella sesta sezione è sepolto il cantante Jim Morrison il più celebre ospite del cimitero che riceve le visite dei fan che portano omaggi di ogni sorta, da poesie a spinelli e spesso cantano sulla sua semplice bianca tomba.

Monumento funebre di Per Lachaise, Francia

visita il sito ufficiale del Cimitero di Pere Lachaise

Cimitero Pere Lachaise ultima modifica: 2017-01-11T19:02:35+00:00 da Stefano Torselli
Facebooktwittergoogle_pluspinterest

commenta