La Francia e il Gotico internazionale

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Il gotico internazionale è il fenomeno stilistico europeo che ha segnato il culmine della pittura gotica.

Tra le caratteristiche più evidenti e comuni saltano agli occhi le vesti morbidamente fluenti, i movimenti eleganti e leggiadri, una decorazione ricca che suggerisce una certa materialità.

Jean Fouquet

Nato intorno al 1420 a Tours, Jean Fouquet è la figura centrale della pittura gotica francese del XV secolo. Subisce le influenze della pittura italiana (soprattutto Masolino, Paolo Uccello e Beato Angelico). La sua famosa Madonna col Bambino vede raffigurata la Vergine con i lineamenti di Agnes Sorel, la favorita del re.

Il committente, Etienne Chevalier, era tesoriere reale, esecutore testamentario della Sorel e suo amante. Maria è raffigurata come una “figurina alla moda”, secondo le parole di Huizinga (autore de “L’autunno del Medioevo”) e conferisce a questa pittura un carattere un po’ decadente.

Jean Fouquet, dittico di Melun

Jean Fouquet, dittico di Melun

Maestro di Moulins

I colori e le forme di Jean Fouquet influenzano questo maestro, ma sono resi più tenui. Nella Natività con il cardinale Rolin, il Maestro di Moulins usa come modelli di riferimento composizioni fiamminghe. Le figure sono raggruppate con scioltezza intorno al Bambino. Le fisionomie, il trattamento delle vesti e i movimenti tranquilli ricordano invece artisti italiani come Perugino, Ghirlandaio o Giovanni Bellini. Quest’opera sembra marcare in modo chiaro l’incrocio tra gli influssi fiamminghi e quelli italiani che hanno avuto grande importanza nella pittura francese del XV secolo.

Moulins, nativita di Gesu

La Francia e il Gotico internazionale ultima modifica: 2017-01-15T19:31:06+00:00 da Stefano Torselli
Facebooktwittergoogle_pluspinterest

commenta