Caratteristiche del gotico

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

caratteristiche del gotico in architetturaLe cattedrali gotiche hanno preminente sviluppo verticale. Nella tipologia di origine franco-tedesca, presenta una facciata serrata fra due torri, come gli edifici religiosi normanni dell’ XI sec. È coperta da volte a crociera secondo consuetudine già da tempo in uso in Lombardia.

Ma tutto acquista un aspetto diverso perché diversa è la società: cambia il rapporto fra larghezza e altezza accentuando il senso di elevazione, quasi di distacco dalla terra; cambia la concezione dello spazio; nell’architettura gotica la linea prevale sulla massa, il vuoto sul pieno.

L’arco a sesto acuto nell’architettura gotica

Il principio tecnico su cui si basa l’architettura gotica è l’uso sistematico dell’arco a sesto acuto, sia semplice sia formante la crociera.

L’arco acuto risulta dall’intersezione di due archi di cerchio, aventi uguale raggio ma centro diverso; data la maggiore altezza (detta “freccia”) rispetto all’arco a pieno centro, quello acuto scarica più rapidamente sui lati le due forze risultanti dalla divisione della forza di gravità. Ciò permette una grande elevazione della navata principale; le navate minori sono molto più basse e strette secondo un calcolo che le fa rientrare entro le linee laterali di un triangolo, conseguente a quello formato, in alto, dalla corda e dal vertice dell’arco trasversale alla navata maggiore, al quale, dunque, sono relazionate la larghezza e l’altezza dell’intera cattedrale.

All’interno la differenza di misure fra le navate laterali e quella centrale, accentua di questa, per contrasto, il senso di elevazione, che appare ancora maggiore i fasci di pilastri salienti al sommo delle crociere determinano una serie di linee sottili poste una accanto all’altra: come è noto, il ripetersi di linne verticali determina il verticalismo.

In oltre questi fasci di pilastri, incurvandosi gradualmente per raggiungere il vertice della crociera, generano, nel momento in cui si uniscono, un ideale punto di fuga, che aumenta artificialmente, per effetto ottico naturale, la distanza fra noi e la copertura.

L’uso dello spazio nelle cattedrali gotiche

Lo spazio gotico dunque, chiaro e misurato, risulta illimitato, indefinito; non spazio a misura d’uomo, ma a misura del potere, civile e religioso.

Anche all’esterno le cattedrali gotiche sono complicate, sia perché si ornano di nicchie e statue, sia perché le strutture portanti, malgrado l’evidenza della loro funzione, sono tante da togliere la chiarezza della visione: per esempio i contrafforti coronati da guglie e pinnacoli, o gli archi rampanti che, appoggiandosi ai contrafforti stessi, si slanciano, scavalcando le navate laterali (talvolta anche sovrapposti l’uno all’altro), per sostenere la spinta laterale proveniente dalle crociere della navata principale.

Tutto però rientra in uno schema triangolare, che, dalla larghezza della base, sale, per balzi successivi, fino al punto terminale, normalmente l’altissima guglia sovrastante il turibolo nel punto in cui il transetto si incrocia col braccio longitudinale.

caratteristiche del gotico e degli archi architettonici

 

Caratteristiche del gotico ultima modifica: 2017-01-12T12:50:43+00:00 da Stefano Torselli
Facebooktwittergoogle_pluspinterest

4 Comments

  1. Luke 28 novembre 2016 Rispondi
  2. Luke 28 novembre 2016 Rispondi
  3. daniela 11 ottobre 2016 Rispondi
  4. Karina 17 febbraio 2016 Rispondi

commenta