I palazzi di Venezia: Palazzo Ducale e Cà d’Oro

Il Palazzo Ducale e la Ca’ d’Oro sono i massimi esempi del gotico di Venezia, ispirato all’architettura islamica.
L’eccezionale situazione urbanistica della città creò una particolare tipologia di palazzo urbano. Essa era basata, dal punto di vista della composizione, unicamente sulla facciata che si rispecchiava sull’acqua.

Nel medioevo la repubblica marinara di Venezia era diventata il fulcro degli scambi tra il mediterraneo orientale e l’Europa centrale. La sua politica, le relazioni commerciali, tutta la sua cultura sono lo specchio del ruolo di mediatrice che svolse tra Oriente e Occidente.

Gli impulsi essenziali all’attività edilizia nella città lagunare provenivano dall’aristocrazia e dalla borghesia arricchita, che si facevano costruire lungo il Canal Grande i loro costosi palazzi e uffici commerciali.

La Ca’ d’Oro

Costruita tra i 1421 e il 1436 per Marco Contarini, la Ca’ d’Oro è il più bell’esempio tardo gotico di questa tipologia.
La facciata si apre, nella sua larga sezione centrale, in arcate e logge incorniciate da trafori, dietro cui si nasconde al piano terra il portego – un’ampia sala – e al piano superiore la sala. Questa raffinatissima composizione è fiancheggiata dalle torreselle, assi laterali chiusi a forma di torre che conferiscono equilibrio al tutto.

Ca d'Oro Venezia architettura gotica in Italia

Il Palazzo Ducale

Il Palazzo Ducale di Venezia dimostra come questo modello sia stato realizzato anche in dimensioni maggiori.

Eretto intorno al 1340 su edifici più antichi, il Palazzo Ducale assunse il suo aspetto caratteristico solo con l’ampliamento del 1424. Come in numerosi palazzi comunali, il piano inferiore è porticato. Al di sopra s’innalza la compatta ala principale con le sale del Consiglio.

Ma ciò che a Orvieto o a Piacenza appare simile a uno zoccolo massiccio, qui acquista una straordinaria leggerezza: il Palazzo Ducale di Venezia poggia su due registri di delicate arcate il cui effetto complessivo è determinato dalle decorazioni a traforo ogivali della parte superiore. La statica sembra rovesciata: il blocco del piano superiore, alleggerito timidamente solo da ampie finestre e decorazioni di marmi policromi, poggia con tutta la sua mole su graziosi colonnati che tuttavia sembrano sostenerne il peso con allegria.

L’unico modello d’ispirazione per questo linguaggio compositivo, assolutamente non classico, è l’architettura islamica. Basta vedere il cortile dei Leoni dell’Alhambra di Granada, costruita appena 50 anni prima: anche qui, pareti chiuse e compatte poggiano su colonnine sottili, come a voler sfidare la forza di gravità.

Palazzo Ducale di Venezia

Palazzo Ducale di Venezia, gotico italiano

Interno di Palazzo ducale di Venezia

I palazzi di Venezia: Palazzo Ducale e Cà d’Oro ultima modifica: 2017-01-12T15:45:44+00:00 da Stefano Torselli

One Response

  1. Emma 6 aprile 2016 Rispondi

commenta