Simone Martini

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Simone Martini è stato un pittore in stile tardo gotico maestro della scuola senese.

La pittura senese raggiunge la fama internazionale non tanto per Duccio, quanto per il suo discepolo Simone Martini, lodato da Petrarca nei suoi sonetti.

Nel 1316 dipinge la Maestà nella sala del Mappamondo del palazzo pubblico di Siena. L’affresco presenta ancora influssi del maestro Duccio, ma dettagli quali la leggerezza del baldacchino, il rilievo plastico della Madonna e gli angeli e i santi raggruppati in uno spazio tridimensionale tradiscono una distanza ancora maggiore in rapporto alla tradizione bizantina.

Simone Martini, Guido Riccio da Folignano

Simone Martini, Guido Riccio da Folignano, il cavaliere perfetto

Il ciclo pittorico di Assisi

Anche Simone Martini è attivo nella basilica di San Francesco ad Assisi dove crea dal 1322 al 1326 il suo capolavoro: gli affreschi della cappella di San Martino. Gli elementi architettonici dipinti nelle singole scene, la composizione delle figure e il sistema decorativo sono sviluppati in modo che si armonizzino perfettamente con la struttura spaziale della cappella. La combinazione degli affreschi tiene conto, come quella di Giotto, del punto di vista degli osservatori.

Simone Martini i miracoli di S. Agostino

Simone Martini, primo artista di corte

In Simone Martini si può individuare il primo rappresentante degli “artisti di corte”. Lavora soprattutto per la casa reale francese di Angiò e per i suoi alleati. Nel 1317 gli viene attribuito un titolo nobiliare per le sue prestazioni. Appare quindi coerente con il suo stato sociale e il livello della sua attività artistica il fatto che verso la fine della sua vita, nel 1340, venga chiamato ad Avignone a lavorare alla corte del papa.

Purtroppo, gli affreschi nel vestibolo della cattedrale di Avignone sono andati persi. Si sono invece conservati quelli eseguiti dai suoi allievi o da maestri del suo ambiente nel palazzo dei papi, allora residenza di Clemente VI.

Simone Martini e i suoi allievi trasmisero importanti idee estetiche che non furono utilizzate solo dalle scuole di pittori francesi, ma anche da altri artisti europei e dalle loro botteghe.

Simone Martini, la Maesta a Siena

Simone Martini, la Maesta a Siena

Simone Martini ultima modifica: 2017-01-15T19:25:49+00:00 da Stefano Torselli
Facebooktwittergoogle_pluspinterest

commenta