La cattedrale di Reims, sede dell’incoronazione dei re di Francia

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

La cattedrale di Reims, dedicata a Notre Dame, è un monumento di eccezionale unità stilistica e soprattutto uno dei massimi esempi del gotico.
Per secoli, in essa, vennero incoronati i re di Francia e il passato medievale della città appartiene anzitutto alla sua cattedrale.

Reims cattedraleL’edificio fu iniziato nel 1211, dopo l’incendio di un preesistente santuario carolingio, e terminata, per la massima parte alla fine del XIII secolo. Le torri furono ultimate solo nel 1480.
I nomi dei maestri d’opera che si succedettero dal 1211 ci sono noti dalle iscrizioni di un labirinto che ornava il pavimento della navata, e che venne rimosso nel XVIII secolo dai canonici, infastiditi dal fatto che i bambini si divertissero eccessivamente a percorrerlo. I nomi dei capimastri sono: Jean d’Orbais, autore del coro e del transetto (1211-1231), le cui sculture (1247-1255) furono compiute da Gaucher de Reims; Bernardo di Soissons, al quale si deve la realizzazione della navata e del rosone del portale principale (1255-1290); Robert de Coucy (?- 1311), autore della grande facciata.

La struttura della cattedrale di Reims

La pianta della cattedrale di Reims è simile a quella di Chartres; la nave centrale, a dieci campate, misura 141, 17 m di lunghezza e 37,95 m di altezza; è fiancheggiata da navatelle e termina in un coro circolare a cappelle radiali, preceduto da un corto transetto con navate laterali.

All’interno, la controfacciata è, singolarmente, ornata di sculture, raffiguranti scene dell’infanzia di Gesù, della vita di San Giovanni Battista, e di statue di profeti in nicchie separate da pannelli decorativi a fogliami, che richiamano i grandi capitelli della navata.

Splendidi rilievi, capolavori dell’arte gotica, ornano tutto l’edificio, ma soprattutto i portali della principale facciata (occidentale) e quelli laterali; alte statue in funzione architettonica, dovute a tre diverse botteghe, ornano gli archivolti e i pilastri: famosi i gruppi dell’Annunciazione, della Visitazione, della Presentazione al Tempio, e l’Angelo sorridente, i cui tratti giovanili si ritrovano nei volti degli angeli dei pinnacoli fiancheggianti la navata; nella facciata nord, Il Giudizio finale, le figure di Adamo ed Eva; nella facciata sud, le statue della Chiesa e della Sinagoga.

Le vetrate del coro risalgono al XIII secolo. Nel tesoro della cattedrale sono conservati preziosi reliquiari, e soprattutto il calice detto di “Saint Remi” (San Remigio) del XII secolo, in oro, filigrana e pietre preziose e smalti “cloisonnés”.

Cattedrale di Reims

Cattedrale di Reims sculture

Cattedrale gotica di Reims

La cattedrale di Reims, sede dell’incoronazione dei re di Francia ultima modifica: 2017-01-16T09:07:03+00:00 da Stefano Torselli
Facebooktwittergoogle_pluspinterest

One Response

  1. Antonio 2 dicembre 2016 Rispondi

commenta