Il funerale vittoriano – lutto vittoriano, moda funebre e victorian goth

la moda del funerale vittorianoNell’Inghilterra del XIX secolo, soprattutto in seguito all’impulso dato dal lutto inflessibile e prolungato della regina, la vedovanza è vissuta nelle famiglie considerate “rispettabili” secondo un rituale ben preciso e scandito : il defunto veniva sistemato in casa e visitato da amici e parenti rigorosamente abbigliati di nero secondo l’etichetta del lutto vittoriano.

Per i parenti più stretti non era tollerato nessuno strappo alle stringenti regole: persino gli accessori come guanti (mai di capretto), sciarpe e bastoni da passeggio dovevano essere tinti del funereo colore.

Nastri neri drappeggiavano porte e finestre e una ghirlanda nera era apposta sulla porta principale.

Anche le carrozze funebri, uno dei simboli più coreografici del lutto vittoriano, erano rigorosamente nere, trainati da cavalli con bardature e pennacchi dello stesso colore.

carro funebre epoca vittoriana

carro funebre inglese in epoca vittoriana

La durata del lutto cambiava a seconda della parentela col deceduto.
Le vedove dovevano portare il nero per due anni, il primo completamente nero mentre il secondo anno poteva esser variato con i colori grigio, viola, bianco e comunque il ritorno, dopo il tempo prestabilito, a colori sgargianti doveva essere sempre graduale.

Il lutto per un genitore o un figlio durava un anno. Per un fratello , una sorella, nonni, sei mesi.

Il lutto per zie , zii ,nipoti, cugini tre mesi. Il lutto veniva rispettato finchè era sfoggiato dalle donne della famiglia che, a loro discrezione, potevano prolungarlo anche oltre i termini prescritti.

sartoria funebre vittorianaNell’Inghilterra vittoriana divennero famose alcune sartorie che provvedevano a confezionare interi guardaroba funebri per tutta la famiglia, compresi i bambini in fasce.

Spesso l’abito da lutto vittoriano diventa lo scudo dietro cui donne sole e fragili, in una società ultramoralizzartice, si trincerano per evitare richieste e frequentazioni sconvenienti, senza poi più riuscire a tornare ad una normalità sociale.

Dalla moda vittoriana al victorian gothic revival

Il lutto a vita che la regina Vittoria si auto inflisse fu , oggi come allora, non solo “trendsetter” di uno stile ma origine di un vero e proprio mito a cui si rifà il filone del victorian gothic revival, sviluppatosi intorno alla fine degli anni ’80 come interpretazione romantica ed aristocratica della sottocultura gotica, originatasi dal punk alla fine degli anni ’70.

Ampie crinoline, fascianti corsetti, pizzi e velette, mantelline e parasole….tutti rigorosamente neri (o in qualche caso accostati a colori del mezzo lutto quali viola e bianco)  e ispirati ai modelli e alle forme degli abiti per il lutto vittoriano, sono il tratto distintivo di questa tendenza che  coniuga un’attenzione per la filologia del costume all’introduzione di contaminazioni moderne o di elementi appartenenti ad altri ambiti storici o culturali.

abito funebre victorian goth

Il funerale vittoriano – lutto vittoriano, moda funebre e victorian goth ultima modifica: 2017-01-11T16:02:31+00:00 da Irene Marone

One Response

  1. GiuliaEmme 12 dicembre 2015 Rispondi

commenta