Moda Vittoriana – Capelli e acconciature vittoriane

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

la moda dei capelli in epoca vittoriana“I capelli sono la corona di una donna”: questa massima vittoriana spiega la vera e propria ossessione che si ebbe per la cura e l’acconciatura della capigliatura femminile in quel periodo.
Le acconciature vittoriane seguivano uno schema rigido che accompagnava tutte le fasi della vita di una donna e cambiavano al variare dell’età, dello stato civile e delle diverse occasioni mondane e sociali.

Le donne portavano i capelli sempre raccolti in trecce sino all’età di 16 anni: in seguito era consentito alle ragazze di acconciarli e tenerli tutti raccolti intrecciandoli con fiori e piume, ma senza mai tagliarli (di solito avveniva quando la donna era malata). Avere una chioma folta era quindi non solo indice di bellezza, ma anche di salute: per rimpinguare una capigliatura debole e sottile si ricorreva spesso a trecce, boccoli e code posticce.

I capelli come oggetto erotico

L’unico contesto in cui ad una donna era consentito di sciogliere i suoi lunghi capelli era nell’intimità della camera coniugale e questo perchè in periodo vittoriano i capelli erano considerati veicolo di sensualità e un vero e proprio “oggetto erotico”.

Forse è anche per questo che alla morte di una giovane donna i suoi lunghi capelli venivano tagliati e intessuti a formare arazzi, monili, braccialetti o persino utilizzati per formare sculture come questo  “albero del ricordo” per i mariti.

Solo le prostitute, la attrici e le ballerine non seguivano la rigida etichetta delle acconciature vittoriane e avevano l’ardire di circolare e di farsi ritrarre senza cappello e con i capelli sciolti, come l’attrice Evelyn Nesbit, conturbante bellezza vittoriana, che per prima si fece fotografare discinta e con le chiome al vento in una posa considerata esplicitamente erotica per l’epoca (pur non mostrando alcuna nudità se non quella…della sua testa!).

La lunghezza e la robustezza della chioma era spesso motivo di competizione per le giovani donne vittoriane e questo giustifica la cospicua quantità di fotografie giunte fino a noi che ritraggono non i volti bensì le incredibili capigliature di schiere di sorelle ed amiche, come nel caso delle sorelle Sutherland. Le 7 ragazze stabilirono un vero e proprio record nell’Inghilterra vittoriana, assurgendo ad orgoglio della loro famiglia e a modello per tutte le giovani donne della loro generazione, venendo scelte anche come testimonial di una linea cosmetica per la crescita e la cura dei capelli.

acconciature femminili, Inghilterra dell'ottocento

Acconciature vittoriane e cosmetici per capelli

L’età vittoriana è infatti il periodo in cui cominciano a diffondersi linee di prodotti e lozioni specifiche per la cura e la ricrescita dei capelli: i quotidiani e le riviste per signora pullulano di illustrazioni delle acconciature vittoriane più alla moda, di consigli per la cura della chioma e di pubblicità di prodotti specifici, spesso annunciati come miracolosi e portentosi. La chimica, che ha fatto progressi da gigante, sforna prodotti come FRIZZETTA, un fluido che “permanenta” i capelli arricciandoli per lungo tempo, e i primi coloranti artificiali a base di ammoniaca per coprire i capelli bianchi. Vengono pubblicizzati anche nuovi modelli di bigodini e piastre per i boccoli.

Ecco alcuni estratti di giornali dell’epoca sull’argomento:

Una ricetta per la perdita dei capelli o diradamento dei capelli 1873, risposta ad un lettore sulla Gazzetta “le signorine”, 1873 Judy: Prova rum e olio di ricino mescolato in parti uguali, mescola, e spalma le radici dei capelli durante la notte.  E ‘stimolante e nutriente.

Detersione e lavaggi dei capelli ad un altro lettore sulla Gazzetta “le signorine”, 1873 Pollie : lavare i capelli con la soda sarà più leggero, ma è dannoso per la pelle della
testa e induce i capelli a rompersi. Il rosmarino è molto utile ed è usato per il  lavaggio.

Capelli grigi estratti da un articolo della sig.ra Ada S Ballin, Home Note 1895

Prematuro grigiore tende a risultare o da eredità, da cattiva salute, o da urti o preoccupazione. Le sostanze coloranti dei capelli sono in gran parte costituite da grasso, e l’uso di lozioni alcaline, come quelle che contengono carbonato di sodio,
potassio e simili assorbono le sostanze grasse che conferiscono la colorazione. Questo è il motivo per cui sono eccellenti per coloro che desiderano mantenere la lucentezza dei capelli,  ma dannose per i capelli scuri. Oltre alla sostanza oleosa
del pigmento dei capelli, c’è una certa quantità di sostanze minerali, che variano a seconda del colore e della costituzione.
La Sig.ra Ballin dà una spiegazione dell’importanza di magnesio, zolfo e ferro in diversi colori di capelli e sulla base
di questa analisi suggerisce varie ricette per migliorare il riflesso. Le seguenti sono destinate per “capelli castani”:
Fiori di zolfo ……………. ½ ounce ½ oz
Glicerina ………………………… 1 ounce 1 oncia
Spirito
rettificato di vino ………. ½ ounce ½ oz
Acqua di rose ………………….. 8 ounces 8 once

pettinature stile vittoriano

Moda Vittoriana – Capelli e acconciature vittoriane ultima modifica: 2017-01-11T10:24:26+00:00 da Stefano Torselli
Facebooktwittergoogle_pluspinterest

commenta