Ectoplasma: dallo spiritismo alla scienza del paranormale

Per capire cosa sia un’ectoplasma dobbiamo raccontare la moda dello spiritismo e delle “medium” tra la seconda metà dell’ Ottocento e gli inizi del Novecento.

In epoca vittoriana lo spiritismo divenne di gran moda, praticato da tanti anzi tantissimi persino dai ministri della regina e il fenomeno è tutt’altro che finito: ci sono ancora società che lo praticano in tutto il mondo.

Tra la prima e la seconda guerra mondiale il fenomeno ha un gran diffusione ma non mancano gli scettici che cercano prove, le università costituiscono commissioni tra le quali anche il mago Houdini prende parte per smascherare i truffatori.

In questo clima tra scienza e paranormale  nasce la figura, quasi mitica, dell’ectoplasma che è una manifestazione fisica dell’energia degli spiriti che certi medium e sudavano quando erano in trance. L’ectoplasma era ritenuto un tramite tra gli spiriti e la vita terrena.

Helen Duncan emette un ectoplasma

Helen Duncan, durante una seduta emette un ectoplasma

La scienza crede all’ectoplasma

All’esistenza di questo mondo ultraterreno ci credono anche gli scienziati tra cui anche un premio Nobel, Charles Richet e questo fu fondamentale perché la questione dell’ectoplasma non venisse liquidata come cialtronaggine.

Agli ini degli anni venti del novecento il dottor W.J. Cradford fece sperimenti seguendo il caso della medium Goligher che emetteva durante le sedute spritiche evocava esseri che sollevavano tavoli e sgabelli. Il dottor Cradford con opportuni strumenti registrò gli eventi elaborando una teoria sulla forma degli ectoplasmi e del moto e delle leve di cui si servivano per spostare gli oggetti senza aver il minimo dubbio che la signora lo gabbasse nell’oscurità.

Alla università di Cambridge ci sono dossier di studi e anche reperti del caso Goligher con foto e alcune prove degli esperimenti fatti ma è probabile che il povero ricercatore un giorno abbia scoperto di esser stato gabbato , infatti si suicidò.

Tra i referti si trovano metri e metri di una sostanza bianca simile alla garza che usciva dalle gambe dalla medium, invero un trucco piuttosto vecchio far uscire dalla vagina o dall’ano qualche stranezza per farla passare come ectoplasma.

Il caso di Helen Duncan

Nel 1939 il laboratorio di fisica sperimentale di Londra studiò per due mesi il caso della signora Helen Duncan che emetteva metri e metri di ectoplasma. La signora era di stazza piuttosto grande, madre di molti figli ed era famosa per le su sedute spiritiche movimentate che attiravano l’attenzione di molti, anche voyeristi.

Gli esperimenti iniziarono con tutte le precauzioni, la Duncan venne rinchiusa in una tutina di seta per evitare trucchi dagli orifizi ma non mancò di sbalordire Harry Price, ricercatore di parapsicologia. In questo caso la medium emetteva l’ectoplasma dalla bocca ed in grande quantità, il referto ancora conservato a Cambridge pesa quasi 4 kg. Dopo le perplessità iniziali pensarono che semplicemente riuscisse a rigurgitarli e infatti quando gli fu data una pastiglia colorante se la diede a gambe.
La storia della Duncan non finisce qui perchè nel 1944 fu incarcerata per stregoneria, l’ultima strega inglese.

Ectoplasma: dallo spiritismo alla scienza del paranormale ultima modifica: 2017-01-12T15:10:51+00:00 da Stefano Torselli

commenta