Il Rosone e il suo significato

Facebooktwittergoogle_pluspinterest

Il rosone è un componente tipico della cattedrale gotica. Nelle sue campiture, che possono essere a forma di raggio o a forma di stella e di altre figure geometriche, compaiono raffigurati nel vetro decorazioni ricche di simboli.

Rosone della cattedrale di Chartres

Rosone della cattedrale di Chartres

Il colore inoltre aumenta l’effetto luminoso rendendo il rosone simile ad un enorme caleidoscopio. Per la delicatezza aerea degli elementi portanti, la realizzazione del rosone comportava una straordinaria abilità tecnica e maestri vetrai, scultori e scalpellini collaboravano insieme per la sua realizzazione. Di solito il rosone più importante era collocato sulla facciata d’ingresso della cattedrale, sopra il portale, mentre altri si trovavano nelle facciate laterali dei transetti.

La funzione del rosone era comunque, quella di invitare alla contemplazione il fedele e inoltre svolgeva la stessa opera dei leoni o degli animali favolosi posti a guardia del portale d’ingresso. EranoNelle chiese gotiche italiane, come quella di S. Francesco, Bologna, oltre al rosone al centro della facciata, sono presenti ai lati due rosoni più piccoli che si aprono direttamente al cielo, perché la facciata delle chiese in mattoni è in genere “a capanna”. In questo caso la luce del sole, attraversando il merletto rotondo, crea una atmosfera surreale. Questi piccoli rosoni non avevano solo una funzione decorativa ma costituivano un chiaro richiamo al cielo.

Facciata di San Francesco a Bologna

Facciata di San Francesco a Bologna

Insomma un avvertimento; i “posseduti” per esempio, alla sola vista del rosone, possono dare in escandescenze ancor prima di entrare in chiesa.

Il mandala è un disegno tracciato a terra con sabbie colorate o dipinto su supporto, da percorrere o da contemplare.Nella forma del rosone è possibile riconoscere uno strumento tipicamente indiano per la meditazione: il mandala.

mandala per la meditazione

mandala indiano per la meditazione

Jung notò, studiando diversi casi di patologie psichiche, che il paziente in via di guarigione disegna spesso in modo istintivo dei mandala e sovente se ne pone al centro, come se la figura della rosa o della ruota avesse un potere risanatore e liberatorio.

Il cerchio del rosone è anche una figura del Fiore d’Oro, che per i taoisti è un segno di illuminazione e realizzazione personale.

Del resto la rosa fu “inventata” nei giardini persiani come fonte viva, di pura contemplazione.

Le “rose” avrebbero una corrispondenza alchemica perché questo fiore rappresenta l’azione del fuoco. Per questo motivo i decoratori medievali cercarono di tradurre nelle loro rose architettoniche i movimenti della materia stimolata dal fuoco elementare.

Il Rosone e il suo significato ultima modifica: 2017-01-11T22:15:32+00:00 da Stefano Torselli
Facebooktwittergoogle_pluspinterest

3 Comments

  1. marco 25 aprile 2016 Rispondi
  2. carlotta 25 agosto 2015 Rispondi
  3. Paolo 4 gennaio 2015 Rispondi

commenta